VEDI INOLTRE: II° RECENSIONE:

I° Recensione:
David Allen White, Ph.D.,
Professore di Letteratura, Accademia Navale degli USA, Annapolis

La Battaglia Finale del Diavolo

Nota: Il seguente è un commento al nuovo libro La Battaglia Finale del Diavolo, compilato ed editato da Don Paul Kramer.

        Dio ci invia I suoi segni ed I suoi miracoli assai raramente. Nel Vangelo secondo San Giovanni, un ufficiale reale di Cafarnao, il cui figlio era in punto di morte, venne ad implorare Nostro Signore affinché lo curasse. Nostro Signore ammonisce l'uomo dicendogli: "Se non vedete segni e prodigi, voi non credete" e poi compie la cura imploratagli, cura che conferma anche l'ufficiale e tutta la sua casata alla Fede.

        Oggi possiamo pensare che sia strano che così poche tra le persone che vissero quando Cristo camminava sulla terra e che furono testimoni o ebbero udito degli straordinari miracoli che Egli compiva, divennero Suoi seguaci. L'ammonimento del Signore è rivolto alla nostra umana debolezza: Noi chiediamo segni e prodigi, ma questi non garantiscono che poi si volgano i nostri cuori al Signore.

        Se prendiamo in esempio la sfida tra Mosè ed il Faraone narrata nell'Esodo, il problema è ancora più chiaro. Mosè ha paura che i figli d'Israele non credano che Dio gli sia apparso. Dio gli dice che Lui fornirà i segni affinché il popolo lo crederà: la trasformazione della staffa in serpente e di nuovo in staffa, ed il cambiamento della mano di Mosè. Egli mostrò questi segni al popolo, ed essi credettero.

        Il caso del Faraone è ancora più evidente. Egli rifiuta di liberare il popolo di Israele secondo il volere di Dio. Egli poi assiste al miracolo della staffa che cambia in serpente, ma trova alcuni maghi di corte che sono in grado di compiere un tale prodigio. Ci viene detto che Il segno non lo smuove, perché Dio ha indurito il suo cuore. Allora Mosè cambia le acque di Egitto in sangue, ma il Faraone non viene colpito neanche questa volta. Allora Dio invia altri castighi alla terra sotto forma di segni - le piaghe delle rane, delle zanzare, dei mosconi, la moria delle bestie, le ulcere, la grandine, le cavallette. Il Faraone indurisce il suo cuore, come apprendiamo, ed allo stesso tempo anche Dio glielo indurisce, un esempio di equilibrio perfetto tra il disegno provvidenziale Divino ed il libero arbitrio. Ma alla fine, il Faraone rifiuta di compiere il volere di Dio e di lasciare andare i figli di Israele. Allora Dio fa calare le tenebre sulla terra d'Egitto ed il tremendo castigo della morte dei primogeniti. Il Faraone permette che la sua terra venga devastata dai castighi prima di adempiere ad una evidente richiesta del Signore.

        Questi pensieri vengono in mente dopo la lettura di un libro agghiacciante ma allo stesso tempo avvincente, La Battaglia Finale del Diavolo, compilato ed editato da Don Paul Kramer. Il primo capitolo di questo capolavoro del pensiero Cattolico lo afferma chiaramente: "Dio non spreca i propri miracoli. In tutta la storia della salvezza - da Giosuè a Mosè, ai Dodici Apostoli, fino ai santi della Chiesa Cattolica nel corso dei secoli - Dio ha compiuto miracoli per uno scopo ben preciso: affinché servissero come credenziale divina per un testimone che invocasse un miracolo in Suo nome. Quando Dio sceglie un testimone, e poi associa a tale testimonianza un miracolo autentico, possiamo dare per certo che tale testimone è degno di essere creduto." (p. 1)

        Il miracolo di cui si parla è l'evento miracoloso dei nostri tempi: Il Miracolo del Sole che avvenne il 13 ottobre 1917 a Fatima, in Portogallo; la testimone è Suor Lucia. Questo miracolo fu un evento straordinario, certamente il più eclatante del ventesimo secolo, tale da mettere in secondo piano meri eventi umani quali il primo uomo sulla luna o l'invenzione della televisione.

        Diecimila persone si adunarono perchè gli era stato detto che ci sarebbe stato un segno dal Paradiso, visibile in quel giorno. Mentre osservavano il sole, che potevano mirare senza problemi, all'improvviso iniziò ad agitarsi nel cielo come una ruota infuocata, cambiando colori mentre si muoveva. Sembrò poi dislocarsi dal cielo e piombare verso la terra, dritto in mezzo alla folla innumerevole. Le persone urlarono e si gettarono a terra, ma quando guardarono di nuovo in cielo, vi videro di nuovo il sole splendere come suo solito. I loro vestiti erano di nuovo miracolosamente asciutti.

        La Battaglia Finale del Diavolo inizia con questo incredibile miracolo e poi prosegue svelandoci una stupefacente connessione tra l'evento più significativo della storia della Chiesa Cattolica (e quindi della storia dell'umanità) e l'altro momento fondamentale nella storia di Santa Madre Chiesa nel 20° Secolo - il Secondo Concilio Vaticano. Se il Miracolo del Sole è un grandioso segno divino che autentica, senza ombra di dubbio, la veracità delle testimonianze e delle richieste del Cielo, come raccontate da Suor Lucia, allora il Secondo Concilio Vaticano potrebbe essere paragonato alla vittoria del Faraone sulla Chiesa, la vittoria temporanea di un gruppo di regnanti ai quali Dio ha chiuso i loro cuori, ed i quali hanno indurito i propri cuori a Dio.

        La Crisi attuale, il costante caos che travolge la Chiesa Cattolica ed il mondo, può quindi venir compreso assai semplicemente in questo contesto - è la punizione di Dio per via del rifiuto delle autorità della Chiesa di sottostare al volere del Cielo, come espresso da testimoni credibili. Siamo forse all'inizio delle nostre piaghe? Ci aspettano forse dei castighi peggiori? Siamo di fronte all'avvento dell'oscurità e della morte?

        La storia di Fatima dovrebbe essere ormai famosa per la maggior parte dei Cattolici. Il più grande libro su Fatima è quello di Frère Michel de la Sainte Trinitè, L'intera Verità su Fatima, uno studio imponente composto da 3 volumi. In questo nuovo libro, Don Kramer parte da due punti di vantaggio - il primo è il Miracolo del Sole, descritto in dettaglio, insieme ad una nutrita serie di incredibili racconti vissuti in prima persona di testimoni di quell'evento eccezionale. Il libro inoltre racconta l'opposizione che sorse sin dal principio delle apparizioni di Fatima. Esso ci mostra la strenua opposizione che fu compiuta in quei giorni da Arturo de Oliveira Santos, sindaco di Ourem, la contea alla quale appartiene Fatima. Arturo Santos non era solo il sindaco di Ourem, ma era anche presidente della loggia Massonica di Ourem, appena costituita. Il suo fervore anti-Cattolico aveva cominciato a mostrare i suoi risultati, dato che sempre meno Cattolici partecipavano alla Messa, mentre i casi di divorzio aumentavano e le nascite diminuivano. Durante le apparizioni mensili, l'11 agosto 1917, il Sindaco di Ourem ordinò che i tre piccoli veggenti, Lucia, Jacinta e Francesco, venissero giudicati per falsa testimonianza. Questa rabbia impetuosa contro i messaggi dei tre pastorelli portò quell'uomo a minacciare i bambini di una morte orribile - di cuocerli nell'olio bollente- se non avessero ammesso di essere dei bugiardi.

        La strenua opposizione alla Chiesa che si può leggere in questi comportamenti svela il profondo odio dei massoni nei confronti di Santa Madre Chiesa. Il libro segue questo antagonismo da parte del movimento Massonico così come l'aperta opposizione del partito comunista in molte nazioni del mondo agli albori del ventesimo secolo. La massoneria aveva già espresso i propri obiettivi piuttosto esplicitamente nell'infame Istruzione Permanente dell'Alta Vendita, un piano preciso e dettagliato per la distruzione della Chiesa Cattolica. Alcune testimonianze di coloro che abbandonarono le fila dei comunisti, gente come Douglas Hyde, Bella Dodd, ed l'ex ufficiale del KGB Anatoliy Golitsyn, hanno svelato che i Comunisti avevano un proprio piano per distruggere la Chiesa Cattolica. Non vi possono essere dubbi che i due gruppi abbiano lavorato di concerto per ottenere i loro nefasto scopo. Particolarmente grave è la loro intenzione di distruggerla piazzando i propri sostenitori all'interno della Chiesa, da dove avrebbero più facilmente minato le fondamenta della venerabile istituzione.

        Il problema è piuttosto evidente: l'odio nei confronti della Chiesa da parte delle sempre più potenti forze massoniche e comuniste è divenuto l'odio nei confronti delle tradizioni, i dogmi e le dottrine della Chiesa da parte di quegli stessi prelati che avevano l'obbligo di proteggere e mantenere i pilastri essenziali della Fede. Quando i messaggi da Fatima ed i precetti che li accompagnavano raggiunsero queste autorità, quest'ultime vi prestarono assai poco interesse. Ma col tempo, i loro successori vi avrebbero scatenato una durissima opposizione. Tuttavia, cercando di nascondere quest'opposizione agli occhi del grande pubblico, essi hanno indebolito il Messaggio di Nostra Signora, mentre allo stesso tempo pretendevano di amarLa ed onorarLa. Ma come mostrano tutte le probe, essi sono giunti ad odiare i messaggi e le richieste di Fatima con la stessa veemenza già mostrata dal Sindaco di Ourem. In effetti, nelle loro menti squilibrate e folli, sovvertire i desideri del Cielo, così come erano stati espressi ai tre pastorelli visionari, sarebbe la miglior via per sovvertire la Chiesa.

        La Battaglia Finale del Diavolo segue dettagliatamente e con documenti convincenti il duplice percorso dei messaggi di Fatima e l'indebolimento delle fondamenta della Chiesa fino al loro ricongiungimento al tempo del Secondo Concilio Vaticano. Se si guarda indietro agli ultimi 40 anni, qualsiasi osservatore obiettivo dovrebbe concludere che la cosiddetta "Nuova Pentecoste" di quel Concilio ecumenico agli inizi degli anni sessanta non è stato altro che un deliberato e devastante attacco alla Chiesa ed alla Fede Cattoliche. Non c'è bisogno in questa sede di elencare una lista completa della paurosa rovina causata dalle riforme del Concilio ed il conseguente smantellamento di ogni aspetto della Tradizionale Fede Cattolica e dei suo riti e credenze. Basta fare due passi verso la propria parrocchia, probabilmente chiusa, o verso il nuovo spazio ecumenico di culto, oppure chiedere un paio di domande fondamentali ad un giovanotto che studia in una scuola "Cattolica", oppure basta guardare agli stravaganti presbiteri rifiutati dai seminari del luogo. La Fede Cattolica in quanto presenza di pace nel mondo è stata distrutta praticamente dappertutto.

        Se il Secondo Concilio Vaticano è stata la bomba lanciata al cuore della Chiesa, le apparizioni ed i messaggi di Fatima sono stati concepiti per esserne il rifugio. Il libro ci documenta il procedimento con il quale Suor Lucia ha trascritto la terza parte del messaggio da Fatima ed il suo trasferimento a Roma. Le prime due parti del messaggio sono state rese pubbliche. La direttiva riguardante il terzo segreto non avrebbe potuto essere più chiara. Quando il Vescovo di Leiria, da Silva, il quale non voleva il peso della conoscenza su di se, rifiutò di leggere i contenuti della busta sigillata, Suor Lucia gli chiese di prometterle che, secondo le parole dal Canonico Galamba riportate nel libro: "sarebbe stato infine aperto e rivelato al mondo alla sua morte o nel 1960, qualunque dei due eventi fosse giunto prima."

        Il Vaticano invece ha deciso di nascondere il documento. Non ci sono dubbi sul fatto che il messaggio riguardi l'apostasia nella Chiesa. Questo libro ci fornisce delle prove assai evidenti al riguardo. Averlo rivelato secondo il semplice disegno del Cielo avrebbe cambiato il coro del Concilio e la susseguente storia della Chiesa nel resto del 20° secolo. La bomba sarebbe stata disinnescata ed i fedeli avrebbero avuto un rifugio in cui ripararsi per combattere i nemici della Chiesa.

        Il Messaggio venne tenuto nascosto ed il Secondo Concilio Vaticano andò avanti. E mentre continuava il suo cammino, gli attacchi ufficiali al Messaggio di Fatima da parte di Rima aumentarono:

"Anche se la Chiesa riconosce le apparizioni di Fatima" affermava un anonimo comunicato stampa del Vaticano nel 1960 che annunciava che il Papa non avrebbe rivelato il Terzo Segreto, "Essa non si impegna a garantire la veridicità delle parole che i tre pastorelli affermano aver ascoltato dalla Madonna."

        L'autore del libro commenta:

        "Che affermano di avere udito? Quali dubbi potranno mai esserci sulla veridicità della testimonianza, dopo il Miracolo del Sole? Si può forse dubitare che essi abbiano ricevuto un autentica profezia dal Cielo quando tutte le previsioni contenute nel Messaggio di sono avverate - dall'imminente fine della Prima Guerra Mondiale, al diffondersi degli errori della Russia, dalla Seconda Guerra Mondiale alla elezione di Papa Pio XI?" (P. 52)

        Questo è stato solo il principio degli attacchi. Dopo aver dubitato la veridicità dei veggenti, le autorità del Vaticano si sono concentrate nel ridurre al silenzio Suor Lucia ed hanno impedito la diffusione e la possibilità di consultare i 5.000 documenti contenuti nei 24 libri scritti da Padre Alonso tra il 1965 ed il 1976. Il libro afferma: "Il crimine è cominciato." Se Suor Lucia aveva affermato che la terza parte del Segreto avrebbe dovuto essere rivelata nel 1960 perché "sarebbe stata più chiara per allora", tale chiarezza è giunta in tutta la sua dolorosa e tremenda realtà per mezzo del Concilio e dei suoi frutti. Questi frutti sono documentati e spiegati spassionatamente in ognuno di questi titoli, ciascuno dei quali incarna un errore ed una tradizione violata che sommatisi avrebbero, nei successivi quarant'anni, consumato e sconquassato la vita stessa della Chiesa: "Gli 'Errori della Russia' si infiltrano nella Chiesa"; "I Neo-Modernisti trionfano al Vaticano II"; "Un nuovo 'Orientamento' per la Chiesa"; "La Chiesa si 'Apre' al 'Dialogo' con i nemici comunisti e massoni"; "La Chiesa si 'riconcilia' con il Liberalismo"; "L'Insegnamento che la Chiesa Cattolica Romana è Esclusivamente l'Unica Vera Chiesa di Cristo, viene abbandonato"; "La Chiesa non certà più la il Ritorno degli Eretici e degli Scismatici"; "Il Regno Sociale di Cristo viene abbandonato"; "La 'Civiltà dell'Amore' rimpiazza la Conversione dei Pagani". Un figlio fedele di Santa Madre Chiesa deve leggere questa lista e piangere. Ecco cos'è diventata la Chiesa ai nostri giorni; questa è l'assurdità proclamata dai suoi moderni prelati.

        Non contento di promulgare queste nuove e stravaganti idee, la Chiesa del Vaticano II si è anche impegnata a distruggere ciò che rimaneva della Chiesa e della Fede Tradizionali. In un capitolo intitolato "La Demolizione dei Bastioni" leggiamo, proprio come fa un comandante militare quando legge la lista dei caduti dopo una grande battaglia, la lista della distruzione operata dai riformatori: "La Distruzione della Liturgia"; "La Distruzione della Teologia"; "La Demolizione dell'anima della Chiesa". Non vi sono dubbi sull'accuratezza dell'osservazione secondo cui stiamo vivendo la "Passione della Chiesa".

        Il Messaggio di Fatima avrebbe potuto prevenire tutto questo? E Come? Perché rappresenta una tale minaccia ai prelati del Nuovo Ordinamento? Un elenco delle dottrine che sono state soggette agli attacchi più accesi negli ultimi anni vengono presentate, con incredibile coraggio, per mezzo delle parole della Vergine Maria, così come furono dette ai piccoli pastorelli a Fatima:

  • Ella parlò della dottrina del Paradiso;
  • Ella parlò della dottrina dell'inferno;
  • Ella mostrò ai bambini l'inferno;
  • Ella parlò della dottrina del Purgatorio;
  • Ella parlò della dottrina della Santa Eucaristia;
  • Ella parlò della dottrina del Sacramento della Penitenza;
  • Ella parlò anche, indirettamente, del Regno sociale di Gesù Cristo quando ci comunicò l'ordine, impartito dal Cielo stesso, di consacrare la Russia al Suo Cuore Immacolato affinché essa si convertisse alla religione Cattolica - ovvero ciò che i negoziatori del Vaticano descrissero come "Ecclesiologia datata" nella Dichiarazione di Balamand. (P. 85)

        Uno legge questa lista e la sua presentazione della Fede imperitura, e deve concludere con la coraggiosa affermazione di questo notevole libro: "Vi è una fondamentale opposizione tra la 'nuova' Chiesa creata dal Vaticano II e la Chiesa di tutti I tempi, rappresentata dal Messaggio di Fatima."

        Le fila di questa battaglia sono chiaramente identificabili con la Chiesa Cattolica della Tradizione da una parte, una Chiesa che brilla di tutta la Sua gloria nelle Apparizioni e nei Messaggio di Fatima, confermati dal Miracolo del Sole, e dall'altra la Chiesa del Modernismo del Nuovo Ordine, una Chiesa piena di novità che ammiccano al mondo ed al suo oscuro signore e che si arrovella nei suoi scandali, apostasia e sterilità. Ma vi sono pochi dubbi: questa è una battaglia vera e diversa da qualsiasi altra battaglia che il mondo abbia mai conosciuto. E' una battaglia spirituale, cosmica, non dissimile dalla battaglia degli Angeli in Cielo, quando Lucifero per primo rifiutò di sottomettersi, alcuni dicono per via del fatto che all'epoca egli realizzò che sarebbe stato servo in futuro di una donna umana. La guerra tra il diavolo e la Signora è giunta ora al suo stadio finale e sono in gioco milioni di anime. Noi sappiamo la conclusione; Ella ce ne ha fatto partecipi nella conclusione del Messaggio di Fatima, che alla fine "il Mio Cuore Immacolato trionferà", e ciò vuol dire che sappiamo chi sarà vincitore e chi verrà ricacciato all'inferno, sconfitto e disperato.

        Una tale certezza teologica, tuttavia, non significa che il confronto sarà facile o veloce. La ferocia di coloro che detengono il potere oggi in Vaticano ne è una prova. Sono aggressivi e senza scrupoli nei confronti dei loro avversari; odiano quelle cose espresse ed incarnate dalla Madonna di Fatima. Molto di ciò che è contenuto nel libro mostra questo antagonismo ed il livello a cui sono disposti a giungere coloro che detengono il potere a Roma per stravolgere il Volere del Cielo.

        Falsità ed inganni escono fuori come l'inquinamento che imputridisce un rivolo d'acqua cristallina. La Consacrazione della Russia è stata fatta, dicono, e la Russia è convertita. Il libro testimonia la follia di tale affermazione, documentando gli orrori della Russia di oggi, a partire dal più alto rateo di aborti nel mondo (una donna Russa ha una media di otto aborti durante i suoi anni fertili) e all'ovvio e conseguente calo demografico, per non parlare del più alto tasso d'alcolismo nel mondo, dell'ascesa del Satanismo, della crescente omosessualità, del fatto che la Russia è diventata il centro della distribuzione della pedo pornografia, fino ad arrivare all'attacco sempre più aperto contro la fede, i l sacerdozio e la Chiesa Cattolica. Sono questi i frutti della Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria?

        L'altro grande inganno è avvenuto nell'estate del 2000, quando il Vaticano ha teoricamente rivelato la terza parte del Messaggio di Fatima, dandone una sua interpretazione. Il libro fa chiarezza sul fatto che il documento pubblicato dal Vaticano contenente il segreto di Fatima è probabilmente composto di quattro pagine prese dal quaderno di Suor Lucia, ma non è senz'altro quell'unico foglio di carta sul quale essa scrisse il Terzo Segreto inviato anni prima a Roma. L'interpretazione poi è anch'essa assurda: che la visione di un "vescovo in bianco" che cammina attraverso una città su tanti corpi ed infine colpito a morte non sarebbe altro che la profezia del tentato omicidio a Papa Giovanni Paolo II nel 1981.

        Non contenti di una tale menzogna, ne hanno inventate altre da propinare al pubblico, ovvero l'assurda pretesa secondo cui Suor Lucia avrebbe immaginato l'intero episodio di Fatima dopo aver compiuto degli esercizi spirituali ed il fatto che d'ora in poi tutte le bocche dei Cattolici avrebbero dovuto rimanere cucite per sempre e mai più avrebbero dovuto pronunciare parole riguardanti la Madonna di Fatima e le Sue rivelazioni. Il loro intento è stato smascherato persino dalle persone più laiche, ed il Los Angeles Times nel 27 giugno 2000, nei riguardi dell'annuncio ingannevole del Vaticano, ha scritto un articolo in cui si legge che: "La Chiesa Cattolica svela il Terzo Segreto: Il Più Importante Teologo del Vaticano smonta gentilmente il racconto che la suora fece della sua visione del 1917, visione che ha acceso intere decadi di speculazioni".

        Non solo il "Più importante Teologo" del Vaticano ma molti altri ancora sono stati coinvolti in questo palese insulto ai fedeli Cattolici ed alla Madre di Dio. Una dei motivi di grande plauso al nuovo libro è che esso nomina ed esplora approfonditamente i ruoli giocati da ciascuno dei quattro prelati che sono indicati a ragione come capeggianti il gruppo anti-Fatima. Essi sono il Cardinale Angelo Sodano, il Cardinale Joseph Ratzinger, l'Arcivescovo Tarcisio Bertone ed il Cardinale Dario Castrillòn Hoyos. Questi prelati hanno cospirato per soffocare la Madre di Dio, per rendere al silenzio Suor Lucia, per oscurare il Messaggio di Fatima e promuovere una nuova Chiesa che si erge in opposizione a tutta la Tradizione Cattolica. Essi meritano di essere denunciati; dovrebbero essere costretti a rispondere ai fedeli Cattolici anche prima di doverlo fare al Loro Creatore, quando vi saranno dinanzi per rispondere dei propri peccati. La loro opposizione pone in grave pericolo sia la pace nel mondo che la salvezza di milioni di anime.

        La conclusione cui arriva questo provocante ma coraggioso volume è che la decomposizione e la distruzione della Chiesa Cattolica negli ultimi quarant'anni ha una connessione diretta con la segregazione del Messaggio di Fatima, un Messaggio che ci avvertiva piuttosto chiaramente del dirottamento che stava avvenendo nella Chiesa ad opera di terroristi ideologicamente liberali. Essi avevano una buona ragione per seppellire il Segreto, per tormentare coloro che lo hanno mantenuto vivo di fronte all'opinione pubblica, per promuovere il loro falso messaggio sostitutivo tramite un'assurda interpretazione, una mossa tanto dannosa quanto la loro nuova Chiesa lo è stata nei confronti della Fede Cattolica. Essi non hanno alcun interesse in ciò che Dio ha voluto per la Sua Chiesa ed il Suo popolo, come si evince nel corso dei secoli per mezzo di santi, vescovi, martiri, mistici e semplici anime Cattoliche. Essi sono liberali; sanno meglio di Dio onnipotente quel che è meglio per la Chiesa. Essi smantelleranno il vecchio e costruiranno il nuovo, romperanno i vetri di cristallo e saccheggeranno i santuari, getteranno via i riti ed imporranno nuove e più seducenti alternative. Essi non hanno timore di Dio e pertanto hanno assai poca saggezza; i loro schemi arroganti ci hanno portato a questo stato di miseria.

        Noi conosciamo lo stato attuale della Chiesa. I fedeli sono pochi in numero ed i loro bambini sono apostati, non avendo mai imparato la Fede nelle scuole Cattoliche ormai senz'anima; la gerarchia ha sostenuto in silenzio una piaga di perversione scatenata da seminari dominati dall'omosessualità; i preti hanno colto le opportunità offerte della liturgia protestantizzata, introducendo le loro inutili e patetiche immaginazioni in un culto svilito - messe alla Elvis, alla Halloween, con clown mascherati, messe al suono di chitarra, con motociclette, basate su guerre stellari, ogni tipo di messa tranne quella di Tutti i tempi, il Sacrificio di Nostro Signore Gesù Cristo offerto da un devoto e santo sacerdote su un vero altare, come riparazione per il Padre e per la salvezza dell'umanità. Mentre il numero delle vere Messe è crollato, l'empio sacrificio di sangue innocente nei tavoli operatori dei dottori che praticano l'aborto infradicia il mondo. Il Principe delle Tenebre non può contenere la sua gioia demoniaca. Questa è la sua ora.

        Questo incredibile e veritiero catalogo di tradimenti ha un giusto titolo: La Battaglia Finale del Diavolo viene tuttora combattuta, e l'anno scorso abbiamo avuto un assaggio di ciò che ci possiamo aspettare: terrorismo e collasso economico, caos sociale e orrore culturale, follia, disperazione e morte. La Madonna di Fatima ha predetto che "Molte nazioni verranno annientate". Noi tutti sappiamo che questa tremenda visione è sul punto di avverarsi. E Roma ci risponde dicendoci di cucirci le bocche e di non parlare mai più di Fatima!

        Possa Dio benedire Don Kramer e tutte quelle devote anime Cattoliche che hanno lavorato insieme per produrre questo libro così eccellente e fondamentale.

        Avendo parlato apertamente, hanno sparato una bordata imponente indirizzandola verso la battaglia che sta infuriando, e la loro arma, questo barilotto di polvere di Fede Cattolica, sarà di sicuro aiuto per la vittoria finale della Madonna. Non lasciatevi cogliere seduti in disparte da questa battaglia, perché siete anche voi in mezzo ad essa, così come ogni anima che vive su questo mondo: leggete questo libro, prestatelo ai vostri amici. Poi fate la vostra parte come soldati e sostenitori della Madonna ed usate voi stessi l'arma definitiva: prendete il Rosario, inginocchiatevi e pregate per la Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria.

        Quell'evento, quando accadrà, sarà più ancora incredibile e verrà veduto da molti più occhi estasiati di quelli che videro lo stupefacente Miracolo del Sole.

 David Allen White, Ph.D., è professore di letteratura all'Accademia Navale di Annapolis, ed è autore dei libri Shakespeare A-Z e The Mouth of the Lion (La bocca del Leone).

 - tratto da Catholic Family News, novembre 2002



Centro ordinazioni de La Battaglia Finale del Diavolo:

Order On-Line Now Get The Printable Order Form
Ordina online Per ordinare il libro: Ordine Postale

Ordina più velocemente la Battaglia Finale del Diavolo tramite carda di credito

Associazione Madonna di Fatima
Telephono:06 3973 5296 saremo lieti di prendere i dettagli della vostra carda di credito.

Clicca qui per aprire il modulo d'ordine da stampare e da inviare via posta insieme all'assegno o contanti