Capitolo 3

Il progetto divino per la
pace nel microcosmo

       Le menti “illuministe” del “mondo moderno” ridono all'idea che una semplice cerimonia pubblica che consacri la Russia al Cuore Immacolato di Maria possa produrre la conversione di tale nazione e un grande beneficio al mondo intero, inclusa la pace tra le nazioni. Ma dopotutto, il “mondo moderno” irride ai miracoli in generale, e quindi alle divine affermazioni della Chiesa i cui santi hanno compiuto miracoli in abbondanza.

       Ma la consacrazione della Russia è esattamente quello che Dio ha ordinato in quel Messaggio, che Egli autenticò tramite il miracolo del sole del 13 ottobre 1917 — un messaggio che, ci preme puntualizzarlo ancora una volta, ha ricevuto l'approvazione delle più alte autorità della Chiesa Cattolica, tra cui una serie di Papi che si sono succediti sin dalle apparizioni di Fatima. Come vedremo, nel 2002 l'attuale Papa regnante ha anche decretato che la Festa della Vergine di Fatima venga inserita nel calendario universale dei giorni di festa liturgici della Chiesa, avendola inclusa nella Terza Edizione Tipica del Messale Romano. Così, il magistero ha formalmente convalidato l'autenticità delle apparizioni.

       Ricordiamo che nel Messaggio del 13 luglio 1917 la Madonna ha promesso questo a Lucia: “Io tornerò per chiedere la Consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione della Riparazione nei primi Sabati”. Fedele alle Sue parole, la Vergine apparve di nuovo a Lucia il 13 giugno 1929 a Tuy, in Spagna, dove Lucia — ora Suor Lucia dos Santos, una suora Dorotea (non sarebbe diventata Carmelitana fino al 1948) — era in preghiera nella cappella del convento durante la Santa Ora di Adorazione e Riparazione. Anche tra gli annali delle apparizioni divine ai santi riconosciute dalla Chiesa Cattolica, questa è del tutto straordinaria.

       Lasciamo che sia Suor Lucia, con le sue semplici ma piuttosto drammatiche parole, a raccontarci dell'apparizione — e ricordiamoci che stiamo parlando di un'apparizione che la Chiesa, ed il suo Pontefice regnante, hanno dichiarato degna di essere creduta:

       Avevo richiesto ed ottenuto il permesso dai miei superiori e dal mio confessore di compiere la Santa Ora dalle 23 fino a mezzanotte, da Giovedì a Venerdì. Essendo sola una notte, mi inginocchiai di fronte la balaustra per la Comunione, in mezzo alla cappella, per dire le preghiere dell'Angelo, prostrandomi. Sentendomi stanca, mi alzai e mi inginocchiai, e continuai a recitare le mie preghiere con le mie braccie a guisa di croce.

       L'unica luce veniva dalla lampada del santuario. Improvvisamente una luce soprannaturale illuminò l'intera cappella e sull'altare apparve una croce di luce che raggiunse il soffitto. In una parte più chiara, poteva essere vista, nella parte superiore della Croce, il volto di un Uomo e il Suo corpo fino alla vita. Sul suo petto vi era una colomba altrettanto luminosa e, inchiodato alla Croce, il corpo di un altro Uomo.

       Poco più giù della vita, sospesa a mezz'aria, potevo vedere un Calice ed una grande Ostia in cui cascarono alcune gocce del sangue dalla faccia e da una ferita sul costato del Crocifisso. Queste gocce caddero sull'Ostia ed infine nel Calice. Sotto il braccio destro della Croce vi era la Madonna (la Madonna di Fatima con il Suo Cuore Immacolato in mano) ... sotto il braccio sinistro (della Croce), alcune grandi lettere, come provenienti da una fonte d'acqua cristallina che sgorgasse sopra l'altare, che formavano queste parole: “Grazia e Pietà”.

       Capii che quello che mi veniva mostrato era il mistero della Santissima Trinità ...1

       Frère Michel ha chiamato giustamente questa apparizione “la Teofania Trinitaria”. Così come il Miracolo del Sole, non vi e' niente di simile nella storia del mondo. Dio Stesso voleva indicare la fondamentale importanza di quello che la Madonna stava per rivelare a Suor Lucia:

       Il momento è giunto in cui Dio chiederà al Santo Padre di compiere, in unione con tutti i vescovi del mondo, la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato, promettendo così di salvarla.

       Dio Stesso lo aveva richiesto. Suor Lucia è stata in presenza non solo della Madre di Dio, ma della Santissima Trinità. Ovviamente, Suor Lucia rivelò la richiesta divina al suo confessore, Padre Gonçalves, come riportato nella corrispondenza tra i due, che e' stata pubblicata.2

       Per almeno altri settant'anni Suor Lucia — la stessa Lucia che non avrebbe negato la verità anche se minacciata di una morte orribile dal sindaco Massone di Ourem — ha dato sempre la stessa testimonianza: la Madonna, come messaggera di Dio, ha richiesto la consacrazione pubblica della Russia in una cerimonia che venga condotta congiuntamente dal Papa e da tutti i vescovi del mondo. Come abbiamo avuto modo di far notare nella Prefazione e nell'Introduzione, il tentativo tenace di certe persone di cambiare tale testimonianza per la salvaguardia del rispetto umano (ovvero per evitare di offendere i Russi), e di servire un nuovo orientamento della Chiesa, è il punto cruciale della grande controversia sorta intorno a Fatima, che persiste ai giorni d'oggi e ha richiesto la stesura di questo libro. Torneremo su questo punto a tempo debito.

       Come per dimostrare l'efficacia della Consacrazione che la Vergine aveva richiesto, Dio decise che era il momento adatto per permettere un dimostrazione, in Portogallo, di quello che sarebbe accaduto. Durante l'anniversario della prima apparizione a Fatima, il 13 maggio 1931 ed in presenza di 300.000 fedeli che giunsero a Fatima per l'evento, i vescovi del Portogallo consacrarono solennemente la loro nazione al Cuore Immacolato di Maria. Questi buoni vescovi posero il Portogallo sotto la protezione della Madonna, per preservare tale nazione dal crescente contagio Comunista che stava infestando l'Europa e specialmente la Spagna. Infatti, la profezia della Vergine relativa al diffondersi degli errori della Russia in tutto il mondo, si stava già compiendo con inesorabile precisione. E chi mai, nel luglio 1917, avrebbe potuto prevedere la diffusione del comunismo al di fuori dalla Russia — mesi e mesi prima della rivoluzione Bolscevica è dell'avvento della forza di Lenin? Solo il Cielo avrebbe potuto prevederlo; solo la Madre di Dio, informata da Suo Figlio Gesù.

       Come risultato di questa consacrazione (nel 1931), il Portogallo sperimentò un miracolo caratterizzato da tre aspetti. Qui di seguito ne elencheremo solo i dettagli più importanti.

       Innanzitutto avvene un grandioso rinascimento Cattolico, una vera e propria rinascita della vita Cattolica in questo paese, così impressionante per coloro che la vissero, che non poterono che attribuirne il merito a Dio. Durante questo periodo, il Portogallo beneficiò di un aumento esponenziale di vocazioni sacerdotali. Il numero dei religiosi aumentò di quasi quattro volte in 10 anni. Le comunità religiose fiorirono quindi di conseguenza. Ci fu un grande rinnovamento nella vita Cristiana, che si manifestò in molti modi, tra cui la nascita di una stampa a carattere Cattolico, una radio Cattolica, pellegrinaggi, ritiri spirituali, ed un forte e sano movimento d'Azione Cattolica che si integrò alla perfezione nella vita diocesana e parrocchiale.

       Questo rinascimento Cattolico fu di tale portata che nel 1942 i vescovi del Portogallo dichiararono, in una Lettera Collettiva Pastorale: “Se qualcuno avesse chiuso gli occhi 25 anni fa e li avesse riaperti solo ora, non riconoscerebbe più il Portogallo, tanto vasta è stata la sua trasformazione compiuta a partire da quel modesto ed invisibile evento che fu l'apparizione della Beata Vergine a Fatima. Invero, Nostra Signora desidera salvare il Portogallo”.3

       Avvenne inoltre un miracolo di carattere politico e sociale, in accordo con i princìpi sociali del Cattolicesimo. Poco dopo la consacrazione del 1931, un leader Cattolico portoghese ascese al potere; era Antonio Salazar, il quale inaugurò un programma Cattolico controrivoluzionario. Egli cercó di creare, per quanto possibile, un ordine sociale Cattolico dove le leggi del governo e le istituzioni si armonizzassero con la legge di Cristo, il suo Vangelo e la Sua Chiesa.4 Fiero avversario del socialismo e del liberalismo, si oppose a “qualunque cosa tendesse a sminuire o dissolvere la famiglia”.5

       Il Presidente Salazar non pronunciò solo delle belle parole; promulgò una serie di leggi tese a proteggere la famiglia, inclusa una contraria al divorzio. L'articolo 24 afferma: “In armonia con le proprietà essenziali dei matrimoni Cattolici: è chiaro che per la stessa celebrazione di un matrimonio canonico, gli sposi rinunciano ai diritti legali di chiedere il divorzio”.6 L'effetto di questa legge fu che i matrimoni Cattolici non diminuirono di numero, bensì crebbero. Così, nel 1960 — un anno assai critico, come vedremo — quasi il 91% di tutti i matrimoni nel paese furono matrimoni religiosi.

       In aggiunta a questi sorprendenti cambiamenti politici e religiosi, avvenne il miracolo della pace, in due aspetti ben distinti. Al Portogallo furono risparmiati il terrore Comunista, specialmente dalla Guerra Civile Spagnola che stava infuriando al di là del confine, e la devastazione della Seconda Guerra Mondiale.

       Riguardo alla Guerra Civile Spagnola, i vescovi portoghesi avevano fatto voto nel 1936 che se la Madonna avesse protetto il Portogallo, essi avrebbero espresso la loro gratitudine rinnovando la Consacrazione nazionale al Cuore Immacolato di Maria. Fedeli alla propria parola, il 13 maggio 1938 essi rinnovarono la consacrazione del Portogallo al Cuore Immacolato di Maria in ringraziamento per la protezione della Madonna. Il Cardinale Cerejeira riconobbe pubblicamente: “Da quando Nostra Signora apparve nel 1917 ... una benedizione speciale di Dio è scesa sul Portogallo ... specialmente se guardiamo indietro ai due anni che sono trascorsi da quando compiemmo il voto, non si può non riconoscere che l'invisibile mano di Dio ha protetto il Portogallo, risparmiandolo dalla distruzione della guerra e dalla lebbra del Comunismo ateo”.

       Anche Papa Pio XII espresse stupore per il fatto che il Portogallo non ebbe a sperimentare gli orrori della Guerra Civile Spagnola e la minaccia Comunista. In un discorso al popolo portoghese, il Papa parlò del “Pericolo Rosso, così funesto e così vicino a voi, ed invero evitato in maniera così inaspettata”.7

       I portoghesi passarono incolumi il primo pericolo, ma subito dopo ve ne fu uno ancora più grande. La Seconda Guerra Mondiale stava per scoppiare. In uno degli altri numerosi avvenimenti profetizzati, che la Vergine Maria aveva rivelato il 13 luglio 1917, la guerra sarebbe iniziata “nel regno di Pio XI”, facendo seguito ad una “notte illuminata da una luce sconosciuta ...”

       Il 6 febbraio 1939, sette mesi prima della dichiarazione della guerra, Suor Lucia scrisse al suo Vescovo, Mons. da Silva. Ella gli disse che la guerra era imminente, ma allora parlò di una promessa miracolosa. Disse “in questa orribile guerra, il Portogallo sarà risparmiato per via della sua consacrazione nazionale al Cuore Immacolato di Maria fatta dai vescovi”.8

       Ed infatti il Portogallo venne risparmiato dagli orrori della guerra, i dettagli della quale sono troppo numerosi per essere qui enumerati.9 Cosa ancora più importante, Suor Lucia scrisse a Papa Pio XII il 2 dicembre 1940 dicendogli che il Portogallo stava ricevendo una speciale protezione durante la guerra che le altre nazioni avrebbero ricevuto se i rispettivi vescovi avessero consacrato le loro nazioni al Cuore Immacolato di Maria. Ella scrisse: “Santo Padre, Nostro Signore concede una speciale protezione al nostro paese in questa guerra, per via della consacrazione della nazione, compiuta dai prelati portoghesi, al Cuore Immacolato di Maria; come prova delle grazie che verrebbero concesse ad altre nazioni se anch'esse si consacrassero a Lei”.10

       Parimenti, il Cardinale Portoghese Cerejeira non esitò nell'attribuire a Nostra Signora di Fatima le grandi grazie che Ella aveva ottenuto per il Portogallo ai suoi tempi. Il 13 maggio 1942 disse: “per esprimere quello che è avvenuto qui negli ultimi 25 anni, il vocabolario portoghese ha una sola parola: miracolo. Si, siamo convinti di dovere questa grandiosa trasformazione del Portogallo alla protezione della Vergine Santissima”.11

       Il Cardinale Cerejeira affermó quello che noi ora affermiamo in questo libro: che le miracolose benedizioni che la Vergine Maria ottenne per il Portogallo come premio celeste per la consacrazione del 1931 di quella nazione, siano solo un assaggio di quello che la Madonna farà per il mondo intero, una volta che la Russia verrà propriamente consacrata al Suo Cuore Immacolato.12 Come disse il cardinale:

       Quel che è successo in Portogallo proclama il miracolo. E prefigurara a ciò che il Cuore Immacolato di Maria ha in serbo per il mondo.13

       Non è difficile capire perché il Portogallo sia stato chiamato in questi anni “la mostra di Nostra Signora”. Ed il triplice miracolo del Portogallo non è altro che un anticipazione di come la Russia ed il mondo appariranno dopo la Consacrazione della Russia richiesta dalla Madonna di Fatima. L'esempio miracoloso del Portogallo è inoltre un utile esempio per poter giudicare il presente. Se compariamo il triplice miracolo del Portogallo con l'attuale condizione della Russia e del mondo, è ovvio che la consacrazione della Russia non è stata ancora raggiunta. (Torneremo su questo punto in un capitolo successivo.)

       Per degli alti ufficiali della Chiesa, prendere delle decisioni e compiere atti tesi ad impedire la consacrazione della Russia, quindi allo stesso tempo negare al mondo ed alla Chiesa la ricompensa celeste che l'intercessione di Maria ottenne per il Portogallo, è una monumentale follia ed allo stesso tempo un crimine dalle conseguenze incalcolabili. E' proprio tale crimine che ha motivato la stesura di questo libro.


NOTE

1) Frère Michel de la Sainte Trinité, The Whole Truth About Fatima, Volume II, p. 463-464.

2) Le parole di Suor Lucia citate da, The Whole Truth About Fatima, Volume II: The Secret and the Church di Frère Michel de la Sainte Trinité p. 462-465. Vedi inoltre Memorias e Cartas da Irma Lucia di Suor Lucia, (Porto, Portogallo, 1973, pubblicato da Padre Antonio Maria Martins) pp. 463-465.

3) Lettera Pastorale Collettiva per il Giubileo delle Apparizioni del 1942, Merv. XX, p. 338. Citata da The Whole Truth About Fatima - Volume II, p. 410.

4) L'influenza di Salazar nel governo era andata aumentando sin dal 1928. Diventerà Presidente del Concilio nel 1933. Più tardi, per le sue azioni, Salazar ricevette da Papa Pio XII un plauso ed una benedizione: “Io lo benedico con tutto il mio cuore, ed esprimo il mio più sentito desiderio che egli possa completare con successo il proprio lavoro di restaurazione nazionale, sia spirituale che materiale.” Citata da The Whole Truth About Fatima - Vol. II, p. 412.

5) Idem, p. 415 (parole stesse di Salazar).

6) Idem, p. 421.

7) Idem, p. 422.

8) Idem, p. 428.

9) Vedi The Whole Truth About Fatima - Volume II, pp. 369-439.

10) Idem, p. 428.

11) Idem, p. 405. Il Cardinale Cerejeira pronunciò queste parole durante le celebrazioni per il Giubileo delle Apparizioni di Fatima nel 1942.

12) Noi crediamo alle parole di un credente di Fatima qual'era il Cardinale Cerejeira, piuttosto che a quelle di un demolitore di Fatima come il Cardinale Ratzinger. Vedi i capitolo successii.

13) Cardinale Cerejeira, Prefazione a Jacinta (1942), Obras Pastorais, Volume II, p. 333. Confronta anche la sua omelia del 13 maggio 1942, Merv. XX, p. 339. Citata da The Whole Truth About Fatima - Volume II, p. 437.


Centro ordinazioni de La Battaglia Finale del Diavolo:

Order On-Line Now Get The Printable Order Form
Ordina online Per ordinare il libro: Ordine Postale

Ordina più velocemente la Battaglia Finale del Diavolo tramite carda di credito

Associazione Madonna di Fatima Telephono: 06 3973 5296 saremo lieti di prendere i dettagli della vostra carda di credito.

Clicca qui per aprire il modulo d'ordine da stampare e da inviare via posta insieme all'assegno o contanti